Archivio tag: Ubuntu

Gnome Do – un potente e veloce cercatutto tuttofare!

Gnome Do vi permette di fare ricerche per parola chiave rapidamente all’interno di applicazioni, contatti di Evolution, segnalibri di Firefox, file, artisti ed album in Rhythmbox, Pigdin buddies e molto altro.

Una volta trovato quello che ci interessa Gnome Do può effettuare azioni coerenti in base all’oggetto selezionato, ad esempio se abbiamo selezionato un programma possiamo decidere se avviarlo, se abbiamo trovato un segnalibro di Firefox possiamo aprirlo, se si tratta di un file musicale possiamo ascoltarlo e via così.
Spero di aver destato il vostro interesse perchè una volta installato può rivelarsi molto utile.
Per procedere con l’installazione basta seguire le istruzioni che trovate qui in base alla distribuzione di GNU/Linux che avete installata, non dovreste incontrare particolari problemi.
Una volta installata possiamo lanciare l’applicazione, ad esempio, su Ubuntu dal menù Applicazioni->Accessori->GNOME Do apparirà al centro dello schermo l’interfaccia che vedete in figura.
Cominciate a digitare qualche carattere e vedrete!!
Eccovi un paio di scorciatoie utili, trovate tutte quelle disponibili qui, per utilizzarlo:

  • [ESC] per nasconder Gnome Do.
  • [Super] + [Spazio] per portarelo in primo piano.

Ci sono anche molti plugin che è possibile installare, ecco il link.

Ubuntu – Installazione di uno scanner collegato su porta parallela.

Trust Easy Connect 9600+Ci sono vecchi scanner che possono ancora essere utili, nel mio caso un vecchio Trust Easy Connect 9600 plus (Trust Easy Connect 9600+), collegati tramite porta parallela oggi non più usata per questi dispositivi che di solito vengono collegati tramite usb.

Vediamo come installarlo e configurarlo per poterlo usare su una distribuzione Ubuntu 7.10, le istruzioni seguenti possono andar bene in linea di massima per qualsiasi altra distribuzione, iniziamo… installate come prima cosa il pacchetto “xsane” che servirà sia per effettuare le scansioni sia per l’installazione dei files che occorrerà configurare.

Collegate lo scanner sia alla porta parallela sia all’alimentazione in questo modo possiamo fare un primo controllo che lo scanner venga visto da un programmino presente nel pacchetto “sane-utils” che si chiama sane-find-scanner, lanciate il comando da una shell con l’opzione “-p”:

$ sane-find-scanner -p

il risultato dovrebbe contenere tra le altre cose l’avviso che segue:

found possible Mustek parallel port scanner at “parport0”

se non fosse così riprovate con il comando tramite sudo che lo avvia con i privilegi di root dopo aver fornito la password di amministrazione:

$ sudo sane-find-scanner -p

a questo punto siamo a metà dell’opera manca solo l’attivazione del driver e la configurazionde dello stesso che potrete effettuare come segue, editate come root il file /etc/sane.d/dll.conf con il comando:

$ sudo gedit /etc/sane.d/dll.conf

decommentate, togliendo il “#”, davanti alla voce “mustek_pp” e salvate il file, a questo punto editate come root il file /etc/sane.d/mustek_pp.conf con il comando:

$ sudo gedit /etc/sane.d/mustek_pp.conf

e inserite in fondo al file:

scanner Trust-Easy-Connect-9600+ parport0 cis600

salvate il file.
ATTENZIONE se scegliete un driver sbagliato potreste danneggiare il vostro scanner.

Riavviate la sessione con Ctrl/Alt/Backspace avviate xsane dal menù Applicazioni->Grafica->Xsane e provate ad effettuare una scansione dovrebbe funzionare tutto correttamente, buon divertimento!

Vi segnalo qualche articolo interessante che ho usato per far funzionare lo scanner e scrivere questo articolo.
doc.ubuntu-fr.orghome.scarlet.bepenguin-breeder.org

Firefox si chiude improvvisamente dopo aver installato un nuovo font.

Come si intuisce dal titolo ho avuto dei problemi con Firefox dopo aver installato un nuovo font, il font in questione è “Trebuchet MS” lo cito a titolo di esempio perchè il problema non è dato dal quel font specifico ma da un’errata assegnazione dei permessi, le versioni dei software in uso sono Ubuntu 7.10, Firefox 2.0.0.8, il problema è la chiusura improvvisa del browser al caricamento di alcune pagine.

Per capire cosa succede dobbiamo avviare Firefox da un terminale, altrimenti se si avvia da cliccando sull’icona vedremo solo il browser chiudersi senza informazioni che ci aiutino a capire cosa succede, iniziamo…
Aprite una shell e lanciate firefox:

firefox

Visitate la pagina che causa il problema e vedremo sul temrinale alcuni messaggi esplicativi:

(gecko:5646): Pango-WARNING **: failed to create cairo scaled font, expect ugly output. the offending font is ‘Trebuchet MS 10.5’
(gecko:5646): Pango-WARNING **: failed to create cairo scaled font, expect ugly output. the offending font is ‘Trebuchet MS Bold 19.5’
Segmentation fault (core dumped)

Il problema è chiaramente esposto, il nuovo font crea problemi, andando a vedere il dettaglio della directory dei font con il comando:

ls -l /usr/share/fonts/truetype

si ottengono varie righe come quella di seguito:

drwx—— 2 root root 4096 2007-11-24 22:17 Trebuchet-MS

per la directory che ci interessa, riportata in alto, si nota che i permessi non sono impostati correttamente, con il comando seguente:

sudo chmod go+rx /usr/share/fonts/truetype/Trebuchet-MS

si impostano i giusti permessi, che potete controllare con il comando precedente:

ls -l /usr/share/fonts/truetype

ecco l’output filtrato solo per la riga che ci interessa:

drwxr-xr-x 2 root root 4096 2007-11-24 22:17 Trebuchet-MS

Ciao a tutti.

Ubuntu e i tasti aggiuntivi.

Aspire 1300Scrivo questo post perchè installando Ubuntu 7.10 su un Laptop Aspire 1300 e un PC dotato di tastiera e mouse Logitech wireless mi sono ritrovato installato il supporto per i tasti aggiuntivi correttamente configurati.
Per l’Aspire 1300 è stata quasi una scoperta casuale, se guardate l’immagine della macchina, il tasto di on/off si trova vicino ai tasti aggiuntivi e per sbaglio ne ho premuto uno.
E sorpresa!, ha fatto capolino Evolution il famoso client di posta, infatti il tasto accanto a quello di on/off ha disegnata l’iconcina della mail e premendolo si è avviato il programma giusto.
Aspire 1300 tasti aggiuntivi

A questo punto li ho provati tutti e tutto funziona alla perfezione.
Anche per il set tastiera/mouse wireless Logitech dove sulla tastiera sono presenti tre tasti aggiuntivi “WWW”, “Mail” e “Search” tutto è stato configurato perfettamente in fase di installazione collegando ai 3 tasti rispettivamente Firefox, Evolution e il tool di ricerca di Gnome gnome-search-tool.
Un’articolo così sembra banale vero? Mi ricordo tempi in cui per fare questo bisognava ricompilare il Kernel…..

Ricordiamoci che Ubuntu è una distribuzione GNU/Linux, quindi un sistema affidabile e sicuro, è Open Source, è semplice, è bello, è pieno zeppo di software installabile con un click da rete senza CD/DVD, senza licenze, e soprattutto gratuito.
Adesso è meno banale?
Avete un sistema che vi fà funzionare tutto il vostro hardware alla perfezione e non avete speso un euro (stavo per dire una lira roba vecchia), non è tanto banale sapere che gli sviluppatori hanno pensato anche ai dettagli…

Lo gnu, il pinguino e il cerbiatto esuberante

Salve a tutti, vorrei segnalarvi il Videoblog di Christian Biasco che si sta occupando di GNU/Linux e del software libero, riporto la sinossi della Puntata n. 4 del Videoblog sulla proprietà intellettuale, cosa dire?.. guardatelo!! Segue una breve sinossi presa dal sito.
“Quando comprate un pc, nella stragrande maggioranza dei casi, siete anche obbligati a comprare una qualche versione di Microsoft Windows. Ma questi sistemi operativi sono “proprietari” che significa che vi vengono soltanto concessi in licenza: non potete copiarli, modificarli o darli ad altri. Esiste però un’alternativa, libera e addirittura gratuita.: il sistema operativo Gnu/Linux.
Noi abbiamo scelto di presentarvi la distribuzione “Ubuntu”, una versione completa, sicura e facile da utilizzare. Ma non vogliamo parlarvi soltanto dei vantaggi pratici legati a questa scelta, ma affrontare le ragioni etiche e sociali che rendono necessarie la promozione e la diffusione del software libero.”
Questo è il link diretto per approfondire e scaricare i file multimediali della puntata “Videoblog sulla proprietà intellettuale – Puntata n. 4